Coming soon : Maceratese - Fano

Coming soon : Maceratese – Fano

I granata, rilanciati dalla fondamentale vittoria ottenuta nel posticipo di lunedì contro il Teramo, cercano punti e conferme nel derby contro la Maceratese, squadra capace di tirarsi fuori dalle zone calde della classifica nonostante la penalizzazione di due punti subita.

La squadra di Mister Giunti ha però vissuto una settimana contraddistinta dalle polemiche: prima la querelle tra il nuovo Presidente Spalletta e l’ex patron Tardella per almeno 400.000 euro di debiti tenuti nascosti da quest’ultima all’atto di acquisto della società biancorossa, poi il mancato pagamento degli stipendi e forse dei contributi ai calciatori che porterà ad una nuova penalizzazione nei confronti della Rata.

Tornando invece al calcio giocato i biancorossi nello scorso turno sono usciti sconfitti dal “Bottecchia” di Pordenone nonostante fossero stati capaci di rimontare la rete iniziale di Semenzato, grazie al rigore realizzato da Quadri, ma sono stati poi nuovamente sorpassati dai ramarri grazie alla rete di De Agostini, sempre sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

In questa stagione la squadra di Mister Giunti ha totalizzato 14 punti all’ “Helvia Recina” sui 33 realizzati sul campo : per i biancorossi tra le mura amiche tre vittorie, cinque pareggi e quattro sconfitte. Per il derby di questo pomeriggio tutti a disposizione del trainer umbro che ritrova l’attaccante Colombi fermato lo scorso turno dal Giudice Sportivo. L’ex centrocampista del Milan dovrebbe confermare il 4-3-3, modulo che ha contraddistinto finora la stagione dei biancorossi, anche se molto dipenderà dalla posizione assunta dal temibile Turchetta che può fungere anche da trequartista. In porta dovrebbe essere scelto Forte, alla sua seconda stagione alla difesa dei pali della Rata. Nella difesa a quattro spazio sulle fasce a Ventola (terzino in prestito dal Pescara) e all’esperto Sabato (arrivato nel mercato di gennaio) a sinistra mentre la cerniera centrale dovrebbe essere composta da Perna, ricercato dai granata a più riprese nel mercato estivo, e Gattari ex compagno di Ferrani lo scorso anno a Campobasso. A centrocampo nel ruolo di playmaker e metronomo della squadra sicura la presenza di Quadri (capocannoniere della squadra con cinque realizzazioni) mentre ai suoi fianchi dovrebbero agire De Grazia (ritornato quest’anno a Macerata dopo essere stato tra i protagonisti della promozione della Rata di due anni fa a discapito del Fano)  e Malaccari, centrocampista jesino classe 1992 con esperienze negli scorsi anni ad Avellino e Gubbio. In avanti inamovibile Turchetta, giocatore che quest’anno sta dimostrando le proprie capacità nell’uno contro uno e nel dribbling, insieme a Colombi (quattro gol per lui finora) e Palmieri. Solo panchina inizialmente per Ingrettolli e Allegretti, ex granata tra le fila dei biancorossi.

Per quanto riguarda invece i granata questa settimana ha portato ancora più entusiasmo ad una piazza encomiabile per tifo e passione: oltre duemila le persone accorse al “Mancini” lunedì per assistere alla meritata vittoria dei granata nello scontro “mortale” contro il Teramo. Vittoria che rilancia le ambizioni di salvezza dei fanesi parsi trasformati dagli effetti della cura Cuttone. Il Mister siciliano dovrebbe confermare in toto la squadra vista lunedì con Andrenacci in porta, Taino e Lanini utilizzati rispettivamente sull’out sinistro e destro mentre al centro dovrebbe esserci la conferma del tandem formato da Zigrossi e Ferrani che dovrebbero avere la meglio su Capitan Torta e Zullo. A centrocampo scontata la conferma dell’ex Carotti vero e proprio nuovo acquisto per i granata: per il suo mancato utilizzo suonare alla porta del Mago Cusatis. Ai suoi lati dovrebbero trovare ancora spazio Gualdi e Schiavini con quest’ultimo rilanciato dalla cura Cuttone, mentre si prospetta solo la panchina per l’altro ex del match Borrelli. Sulla trequarti ballottaggio tra Gabbianelli e Filippini con il giovane fanese in pole position per la maglia di rifinitore e con il secondo pronto ad entrare e a dare il suo prezioso contributo. In avanti sicura la presenza del nuovo tandem del gol formato dal trascinatore Germinale e Fioretti, quest’ultimo ex con il dente avvelenato nei confronti della piazza e della società biancorossa viste le polemiche che ci sono state nel post partita della prima giornata di questo campionato quando ha trasformato il rigore della vittoria della Samb.

Nella rifinitura svolta ieri al “Mancini” tante esercitazioni sui calci piazzati soprattutto in fase difensiva.  Fano che dopo aver ritrovato la vittoria interna che mancava dallo scorso 5 novembre cerca di tornare a fare punti in trasferta, cosa che non accade dalla trasferta di  Bassano, ultimo turno del girone di andata.

Saranno circa 200 i fanesi che accompagneranno la truppa granata all’ “Helvia Recina” , stadio che l’Alma non espugna dalla stagione 1997-1998 grazie alle reti di Tacchi e Cupellaro. Quella vittoria fu fondamentale per fare un balzo verso la salvezza : speriamo di poter dire lo stesso stasera !!!!

AVANTI ALMA !!!!! 

Leave a Reply

Facebook