Coming soon: Fano - Reggiana

Coming soon: Fano – Reggiana

L’Alma rinfrancata dai quattro punti ottenuti nelle ultime due partite ospita una delle big del campionato: al “Mancini” arriva la Reggiana, quarta forza del campionato con i suoi quarantasette punti in classifica.

Gli emiliani dal 23 gennaio sono allenati da Mister Menichini che ha sostituito Colucci, esonerato dopo la pesante sconfitta per 3-0 subita dai granata contro il Venezia al “Mapei Stadium”, culmine di un pessimo periodo iniziato nelle ultime giornate del girone d’andata.

Con il nuovo trainer , capace due stagioni fa di ottenere la promozione in Serie B con la Salernitana (fu poi esonerato in estate da Lotito che lo richiamò il successivo febbraio per salvare la squadra campana, obiettivo poi raggiunto da Menichini), la Reggiana sembra essersi ritrovata: dopo la vittoria all’esordio ottenuta contro il Santarcangelo, i granata si sono imposti nel sentito derby contro il Modena e non hanno ottenuto i tre punti solo nella trasferta di Bolzano contro il Sud Tirol.

Nell’ultimo turno infatti gli emiliani sono riusciti a battere il Lumezzane per 2-0 grazie alla reti di Cesarini , realizzata al 44′ su rigore procurato dalla stesso numero 7 granata, e di Contessa che ha chiuso definitivamente il match all’ 87′. Oltre ad avere cambiato guida tecnica, nello scorso gennaio i reggiani sono stati molto attivi nella finestra dedicata al calciomercato: alla corte della società presieduta dall’ex stella del baseball Mike Piazza sono arrivati Riverola centrocampista proveniente dal Foggia ed ex grande promessa delle giovanili del Bologna, Genevrier, regista francese autore di tantissime stagioni nella cadetteria, lo stesso terzino Contessa e Carlini, lo scorso anno autore in serie A con il Frosinone di quattordici presenze,

mentre hanno lasciato la società emiliano il centrale Angiulli (destinazione Pisa) i terzini Giron e Mogos, approdati rispettivamente ad Avellino ed Ascoli, nonché Nolè, che si è trasferito ai rivali del Modena, ed infine gli attaccanti Marconi e Falcone.

Dei 47 punti totalizzati finora dagli emiliani solo 15 sono stati ottenuti distante dal vecchio “Giglio” : il ruolino di marcia della “Regia” in trasferta infatti recita quattro vittorie(Gubbio, Mantova,Modena e Santarcangelo), tre pareggi (Venezia, Lumezzane e Sud Tirol) e ben cinque sconfitte ( Bassano, Padova, Forli, Pordenone e Ancona).

Con l’avvento di Menichini a livello tattico nulla pare essere cambiato: infatti l’ex trainer della Salernitana ha per ora confermato il 4-3-1-2 visto sin dall’inizio di questa stagione: in porta ballottaggio tra Narduzzo e il portiere titolare Perrili (quest’ultimo fermo ai box negli ultimi giorni causa infortunio), mentre in difesa sulle fasce dovrebbero agire Ghiringelli e Contessa con coppia centrale formata da Spanò e Rozzio. Davanti alla difesa probabile la conferma del metronomo Genevrier (nominato subito capitano dopo pochi giorni dal suo arrivo)  con ai suoi lati l’esperto Bovo e Sbaffo con quest’ultimo insidiato da Riverola. Sulla trequarti sicuro del posto Cesarini, uno dei più in forma in questo periodo tra gli emiliani,

a supporto della coppia formata dal contestato dalla piazza emiliana Marchi e da Carlini.

In casa Alma dopo il buon pareggio ottenuto all’ “Helvia Recina” nel derby contro la Maceratese l’unica notizia negativa che ha contraddistinto la settimana della truppa granata è la mazzata ricevuta dal Giudice Sportivo che ha fermato per un altro turno Mister Cuttone oltre ad aver squalificato per due giornate Capitan Torta espulso dalla panchina. Inoltre con le ammonizioni subite nel duro match di domenica pomeriggio Ferrani, Lanini, Gabbianelli e Germinale sono entrati in diffida e in caso di ammonizione salterebbero il fondamentale Derby in chiave salvezza di domenica prossima contro l’Ancona. Altra brutta notizia è quella dovuta allo stato di salute di Zullo che in questi ultimi giorni non è riuscito ad allenarsi per il riacutizzarsi del problema che gli ha fatto saltare il match contro i biancorossi: in caso di assenza del centrale campano Alma senza nessun difensore centrale di ruolo in panchina domenica, Mister Cuttone per il match contro la Reggiana non dovrebbe stravolgere l’assetto e gli uomini che gli hanno permesso di riavvicinare il treno salvezza grazie ai quattro punti ottenuti la scorsa settimana: nel pacchetto arretrato sicuri del posto Andrenacci tra i pali e la coppia formata da Zigrossi (sempre più convincente nel ruolo di centrale nella difesa a quattro) e Ferrani ed anche sulle fasce si va verso la conferma di Lanini a destra e di Taino sull’out opposto. A centrocampo pare essere ormai diventato inamovibile Carotti autore anche a Macerata di una ottima prova. Ai suoi lati i maggiori dubbi: il trainer siciliano continuerà ad affidarsi a Gualdi e Schiavini o proverà a lanciare uno tra Bellemo, Filippini e Borrelli per cercare di aumentare la qualità del gioco dei granata? Sulla trequarti nonostante la spada di Damocle della diffida sembra impossibile che l’ex allenatore del Modena decida di rinunciare a Gabbianelli, tra i migliori con il Teramo e finalmente sbloccatosi con la maglia granata dopo l’eurogol segnato contro la Maceratese. In avanti quasi sicura la conferma del tandem formato da Fioretti e Germinale, coppia a cui si affidano i tifosi granata per sognare il colpaccio contro una delle big di questo campionato e cullare i propri sogni salvezza.

Alma a caccia quindi del terzo risultato utile consecutivo (evento mai avvenuto in stagione) e di un risultato importante che gli permetterebbe di affrontare il Derby contro l’Ancona della prossima settimana con vista sorpasso……..

AVANTI ALMA !!!!!!

Leave a Reply

Facebook