Coming soon: Forlì - Fano

Coming soon: Forlì – Fano

Il Fano, galvanizzato dall’impresa del “Tardini”, cerca il quarto successo consecutivo contro il Forlì: successo che permetterebbe ai granata di uscire per la prima volta dallo scorso settembre dalla zona play-out.

Partita quindi veramente importante quella che aspetta i granata che faranno visita ad un Forlì uscito con le ossa rotte dal derby romagnolo contro il Santarcangelo, capace di battere i galletti romagnoli grazie alle reti, una per tempo, di Cori (su rigore) e di Jadid.

I biancorossi oltre ad aver perso la possibilità di distanziarsi dalla zona calda della classifica nella sconfitta contro i clementini hanno anche subito l’espulsione di Adobati e l’ammonizione di Sereni il quale, diffidato ,sarà costretto con il compagno ad osservare dagli spalti lo spareggio salvezza contro i lanciatissimi granata.

L’ex giocatore  e trainer granata Massimo Gadda (mai rimpianto come trainer vista la dolorosa retrocessione con l’Alma nella stagione 2012-2013) recupera però l’ex Samb Diego Conson che dovrebbe guidare la difesa a tre a protezione del portiere, in prestito dall’Atalanta, Turrin: insieme al difensore napoletano dovrebbero completare la retroguardia Vesi e Carini . Tra i cinque centrocampisti che dovrebbero formare la mediana romagnola davanti alla difesa è certa la presenza del capitano Capelluppo con ai suoi fianchi ballottaggio tra Cappellini e Alimi come interno sinistro mentre come interno destro pare quasi sicuro del posto Piccoli. Sulle fasce Gadda dovrebbe recuperare sull’out destro Cammaroto mentre a sinistra ballottaggio tra Baschirotto e il giovane Croci vista l’assenza di Sereni e le tante assenze tra le fila dei biancorossi. In avanti due maglie per tre: si giocano il posto Ponsat, il capocannoniere della squadra Bardelloni  (otto gol per lui finora) e l’esperto Succi arrivato alla corte di Gadda a gennaio.

In casa Alma grande attesa e grandissimo entusiamo verso la squadra di Mister Cuttone capace di espugnare Parma con una prestazione tutta cuore e grinta: con la vittoria in terra ducale Alma ad uno solo punto dalla salvezza diretta, impresa che pareva impossibile fino allo scorso gennaio. Alma rigenerata dalla cura Cuttone : tredici punti nelle ultime sei partite condite da ben tre vittorie consecutive. Il trainer siciliano registra l’importante ritorno in attacco di Germinale che scontata la giornata di squalifica tornerà a disposizione dell’ex difensore del Torino e del Cesena che dovrebbe confermare in porta il ritrovato Menegatti, sempre più protagonista della rinascita granata a cui protezione dovrebbe essere confermata la difesa a quattro composta da Zigrossi e Zullo al centro e dai terzini Lanini e Taino rispettivamente schierati sull’out destro e sinistro. A centrocampo l’allenatore ex Modena registra l‘importante rientro di Carotti che però dovrebbe partire dalla panchina con la conferma del trio formato da Bellemo, Gualdi e Schiavini. Sulla trequarti grande apprensione per le condizioni di The God Fililppini che in settimana ha svolto solo allenamento differenziato a causa di noie al ginocchio destro: in caso di forfait ballottaggio tra Borrelli e Gabbianelli per la maglia di rifinitore, a meno che Cuttone non decida di inserire Carotti e di avanzare uno tra Bellemo e Schiavini. In avanti, visto il rientro dalla squalifica, si riformerà la coppia Fioretti – Germinale, sei gol in due dal loro arrivo a Fano.

Grande mobilitazione tra la tifoseria granata che si dirigerà in terra romagnola in grande numero (a ieri erano 350 i biglietti venduti in prevendita): sfida cruciale per la risalita fanese che dopo le due vittorie stagionali contro i galletti romagnoli (2-0 al “Morgagni” questa estate in Coppa Italia e 1-0 al “Mancini” grazie alla rete di Gualdi lo scorso novembre) cerca il tris, fondamentale anche in vista del prossimo big match in chiave salvezza di domenica prossima contro il Mantova.

AVANTI ALMA !!!!!!

Leave a Reply

Facebook