Coming soon: Gubbio - Fano

Coming soon: Gubbio – Fano

Turno infrasettimanale per l’Alma che domani, alle 20.30, sfida al “Barbetti” il Gubbio, settimo in classifica : Fano alla ricerca di un colpaccio esterno che gli permetterebbe di continuare la sua pazzesca rincorsa alla salvezza diretta distante solo due punti.

La squadra allenata dal pesarese Magi, autentica rivelazione del girone d’andata, è avversario ostico ma sta attraversando un periodo negativo come dimostrano le tre recenti sconfitte consecutive, condite dalle pesanti sconfitte di Teramo , 6-0 al “Bonolis”, e tra le mura amiche contro il Parma (4-1 per i gialloblu).

Nell’ultimo turno la squadra del presidente Notari si è arresa per uno a zero contro il Santarcangelo, capace di portare a casa i tre punti grazie alla rete di Cesaretti sugli sviluppi di un calcio d’angolo, vero e proprio tallone d’ Achille della squadra rossoblù.

Periodo molto teso in casa rossoblù , che non vincono  dal 3-2 ottenuto in casa contro l’Ancona, come emerge dalle parole del trainer pesarese nel post partita del “Mazzola”.

L’ex allenatore della Maceratese ha abbandonato nelle ultime uscite il suo modulo preferito (il 4-3-3) optando per il passaggio al 3-5-2 nel quale dovrebbero trovare posto Volpe tra i pali , tornato titolare dopo la cessione di Narciso al Teramo lo scorso gennaio, il fanese (solo di nascita ) Marini , Rinaldi e Piccinni arrivato dal Matera a gennaio. A centrocampo sull’out destro dovrebbe essere confermato Kalombo (fanese di nascita anche quest’ultimo) mentre sull’out opposto dovrebbe essere confermato Giacomarro. Al centro invece possibile la conferma del terzetto visto a Santarcangelo composto da Valagussa, Zanchi e Croce anche se si candidano ad un posto da titolare il talentuoso Casiraghi (cinque gol per lui finora) e Romano, fedelissimo di Magi recuperato e convocato. In avanti sembra scontata la conferma della coppia formata da Ferretti (capocannoniere dei rossoblu con dieci gol tra cui l’eurogol realizzato al “Mancini” all’andata) e Ferri Marini, anche se sembra in rampa di lancio Candellone, classe 97 ex Primavera del Torino, autore di sei gol al suo primo anno nei pro.

In casa Alma i pareggi negli scontri diretti con Forli e Mantova non hanno scalfito la volontà e l’entusiamo del gruppo granata di raggiungere la salvezza diretta: nei due ultimi impegni il Fano è parso scarico fisicamente rispetto alle precedenti uscite ma ciò è comprensibile visto lo sforzo fisico e emotivo posto in essere dai granata per abbandonare l’ultimo posto e distanziare di ben sette punti l’Ancona, fanalino di coda. Cuttone deve rinunciare sicuramente a Carotti e Bellemo (squalificato) mentre è tornato ad allenarsi con i compagni Schiavini, out contro il Mantova.Mister Cuttone, ex del match (una stagione e mezzo alla guida dei rossoblu a cavallo delle stagioni 2005-2006) dovrebbe confermare la difesa vista nelle ultime uscite con Menegatti in porta (autore dell’ennesimo miracolo domenica su Sodinha e battuto solo dall’eurogol di Caridi) con Zullo e Zigrossi centrali e Lanini e Taino sulle fasce.  A centrocampo Gualdi e Gabbianelli dovrebbe rivedersi dal primo minuto Schiavini mentre per la maglia di trequarista ballottaggio tra Filippini e Borrelli con il Mago favorito su The God. In avanti quasi scontata la conferma della coppia formata da Germinale e Fioretti, sette gol in due dal loro arrivo sulle rive del Metauro.

Partita fondamentale quella che aspetta i granata che giocheranno sapendo i risultati di tutti gli altri match in ambito salvezza, a parte Ancona – Teramo che si giocherà in contemporanea al match del “Barbetti”, con particolare attenzione al match del “Martelli” che vedrà di scena Mantova e Forli dirette concorrenti della truppa di Cuttone. Sugli altri campi , per quanto riguarda la lotta salvezza, il Lumezzane fa visita alla Samb mentre si prospettano difficili impegni anche per Modena (a Pordenone prossimo avversario dei granata) e Sud TIrol contro il Santarcangelo al “Mazzola”.

AVANTI ALMA !!!!!

 

 

Leave a Reply

Facebook